Clichè, tra gli album di culto

Cliché, disco di culto

Il periodico "Musica leggera" indica Cliché – il primo album di Grazia Di Michele (1978) – tra i "20 dischi di culto" che hanno segnato la storia  della IT, la prestigiosa etichetta di Vincenzo Micocci. Il giornale dedica un dossier approfondito al discografico che ha inventato i "cantautori" e lo fa attraverso un’interessante excursus tra i 20 dischi più rappresentativi della sua casa discografica. Così tra "Alice" di Francesco De Gregori, "Il cielo è sempre più blu" di Rino Gaetano, "1950" di Amedeo Minghi, "Gudrun" dei Pierrot lunaire, "Come barchette dentro un tram" di Alfedo Cohen e "Ciao Uomo" di Antonello Venditti, ritroviamo anche l’album di esordio di Grazia Di Michele, analizzato storicamente e musicalmente da Maurizio Becker.

Annunci

2 Risposte

  1. bene tutti questi riconoscimenti..se li merita tutti la nostra stella

  2. Trovato per caso…non sapevo che le avrebbero dedicato un articolo…compro questo mensile da un po’ e leggere di Grazia mi ha fatto molto piacer=)
    Lotterrimissima

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: